Chi

L’Associazione Monferrato Cult

OyOyOy viene realizzato da soggetti ebrei e non ebrei e la dualità è sempre presente in tutte le iniziative, a sottolinearne la complessità e per realizzare fecondità dalla differenza. Gli ebrei sono una risorsa e un problema per i non ebrei occidentali. Non si può uscire da questo dato di fatto con l’irenismo.
Nello stesso tempo questioni come l’integrazione culturale, che è diventato “il” problema della cultura laica europea, è stato praticato in modo specifico dall’ebraismo e oggi è possibile sperimentare un laboratorio di vita civile in cui l’ebraismo (in quanto non vincente politicamente, ma fecondo culturalmente) possa essere considerato un paradigma da cui possiamo imparare.

La cultura laica, sempre più consapevole di sé nella modernità, è chiamata oggi a confrontarsi con una domanda di identità forte, con prospettive e necessità di convivenza non sempre semplici.
Il suo modello di vita, divenuto pietra di paragone per tutto il mondo, non può ignorare l’urgenza di un percorso di conoscenza e di incontro di popoli, religioni e culture “altre”. Non è sufficiente, però, incontrarsi: occorre che l’occasione di ritrovo e di colloquio sia dialogica, dinamica, fertile.

L’associazione culturale Monferrato Cult, nata al fine di valorizzare il potenziale positivo del dialogo interculturale, intende “contribuire a migliorare la qualità della vita e dell’offerta culturale nel contesto locale, stimolando la partecipazione e una sensibilità civica”.
Attraverso la formazione, la promozione di azioni concrete e mirate (collaborazioni con altre associazioni, scuole, università, creazione di osservatori permanenti sul territorio…) e la disponibilità ad accogliere e sostenere iniziative coerenti con lo spirito associativo, “Monferrato Cult” promuove un contatto con le culture millenarie che hanno lasciato segni profondi nella storia del Monferrato, al di là di riduttivi recuperi folkloristici.

Nello specifico, l’associazione si propone di intraprendere attività radicate su esigenze reali dei territori locali (e per questo chiede contributi per l’avviamento), tendendo ad autosostenersi e a coinvolgere attivamente partner (non solo fornitori) e destinatari (attraverso il volontariato civile). Si pone, in questo senso, come soggetto in grado di sviluppare anche consulenze e organizzazione di manifestazioni culturali su richiesta.

L’associazione Monferrato Cult ha deciso di iniziare la sua attività proprio dalla conoscenza di una realtà viva e ben radicata nel territorio casalese: la comunità ebraica.
OyOyOy! Festival internazionale di cultura ebraica è la prima iniziativa di “Monferrato Cult”. Il festival si colloca all’interno della kermesse territoriale di “Riso & Rose”, che ogni anni coinvolge molti Comuni dell’area, “Monferrato Cult” è la proprietaria dei marchi e dei format organizzativi e comunicativi e ne assume la gestione organizzativa.

I soci fondatori di Monferrato Cult sono: Elio Carmi (designer), Giancarlo Giorcelli (libraio) e Antonio Monaco (editore), presidente dell’Associazione. Per la realizzazione di OyOyOy. Festival internazionale di cultura ebraica si avvale della consulenza scientifica di Claudia De Benedetti.

Assicurano la loro collaborazione la Comunità Ebraica di Casale (nella persona del suo presidente Giorgio Ottolenghi) e la Fondazione Arte Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale Onlus (nella persona della sua presidentessa Isa Corinaldi De Benedetti).

La manifestazione è promossa dalla Città di Casale Monferrato, dalla Provincia di Alessandria e dalla Regione Piemonte. Con il patrocinio dell’Ucei (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane) e dei Comuni di Alessandria, Asti, Moncalvo, Valenza, Vercelli e Trino. E con il contributo della Fondazione Crt e Fondazione Cral.



 



top resume writerstop resume writers